Lo Spazio di Meteora

A te rivolgo, Astro della Vita, il mio rammarico per non esserti Luna.
Muoio al pensiero di non giacere, pari e ignaro ciottolo
alla stregua di semplice meteorite scaraventato sulla Terra
.
 
IndicePortaleGalleriaFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» La vita
Lun 11 Apr 2011, 4:44 pm Da Antonio Colandrea

» Aspettami
Dom 20 Mar 2011, 10:45 pm Da Cassiopea

» Davanti a un obiettivo
Dom 23 Gen 2011, 1:29 am Da meteora

» Preghiera
Dom 23 Gen 2011, 1:10 am Da meteora

» Per Monicelli
Mar 18 Gen 2011, 6:27 pm Da Cassiopea

» Ghiaccio
Ven 17 Dic 2010, 3:11 pm Da meteora

» Un incontro casuale
Ven 17 Dic 2010, 2:22 pm Da forzadieci

» LA ROSA SCARLATTA
Mer 15 Dic 2010, 12:27 pm Da meteora

» Poesia
Mer 15 Dic 2010, 11:53 am Da soffio

Licenza Creative Commons
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Partner

Condividi | 
 

 Un commento

Andare in basso 
AutoreMessaggio
meteora
utente
avatar

Maschio
Numero di messaggi : 431
Età : 66
Località : goa
Umore : felice
Data d'iscrizione : 12.05.09

MessaggioTitolo: Un commento   Gio 11 Nov 2010, 10:51 am

Un commento


Del: venerdì 04/09/2009 alle 06.38
Di: meteora
In: Articolo Opinioni
.
E’ bello commentare, a me poi piacciono maledettamente la molteplicità e le sfaccettature che quell’arte implica. Capire quanto si è liberi in quel momento di creazione non è per niente facile. Tanti momenti dettano le regole e il tempo non gioca sempre in favore. Lo spazio poi la fa un po’ da padrone per cui spesso la costruzione manca di testa oppure di coda. Il commento insomma è dettato più da chi ascolta e meno da chi scrive, ancor di più è chi lo sente addosso che deve prima ancora di pubblicare accettare quello che può arrivargli addosso. Sto parlando di un orologio, in altre parole di un sistema, dove intervengono più soggetti che spesso sembra impossibile far sì che uno non cozzi con l’altro, ma si sentono ogni quando anche scontri di treni.
Perciò, riletto quanto scritto, ritengo giusto determinare quella che per la questione è pietra miliare. Un punto di partenza, il primo parte in causa senza diritto alcuno. Questi è chi commenta. Egli, infatti, ha diritto al commento e lo stesso può essere cancellato da chi non lo ritiene gradito. Da qui ne deriva la povertà che lascia in mano l’esercizio al commento, per cui non gli si può dare torto alcuno a chi prendesse, in buona fede, fischi per fiaschi.
L’esperienza finora avuta mi ha dato di capire tante cose, metterle in fila ed enunciarle come fossero regole non sono cose possibili, mi sarebbe più proficuo inventare una nuova forma del diritto.
Eccomi giunto al punto in cui devo tagliare la testa o far mancare la coda a tutto questo mio discorso. Non posso cioè dire di più sull’argomento se non dire e con quanta forza ho dentro, urlare, che a commentare non si deve aver paura di toccare un dente che fa male. Come il Poeta può dire quel che gli pare il lettore è libero di capire quanto i suoi strumenti gli consentono di fare.
La chiusa poi è come una corona.


A chi mettesse in arte, di casa la sua roba, ben sappia che chi legge, può anche vederla sporca.


.
Torna in alto Andare in basso
http://lospaziodimeteora.forumattivo.com
 
Un commento
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» la bellezza (Oscar Wilde)
» riflessioni sulla società moderna
» Il commento di un telespettatore
» Il mito di Pandora
» Il porto di Saint Tropez - Paul Signac

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Spazio di Meteora :: SAGGISTICA FILOSOFIA OPINIONI COMMENTI :: Saggistica Filosofia Opinioni Commenti-
Vai verso: